podda5

Giovanna Podda è stata più volte ospite in vari programmi televisivi, per raccontare la sua storia, delle sue continue molestie ricevute da parte di strani esseri che le facevano, e le fanno tutt’oggi, visita durante la notte.

Diventa difficile credere che una persona sana di mente e con una vita sociale attiva possa inventarsi tutto questo, visto che sicuramente non le gioverà, anzi al contrario, viene presa per una pazza, psicopatica.

podda 1

(Foto scatta da Giovanna Podda durante un incontro con gli esseri)

LE STRANE GRAVIDANZE DI GIOVANNA

Lei afferma di aver avuto diciotto gravidanze, che queste durano circa due mesi ciascuna.

Ad un certo punto, la gravidanza viene interrotta, Giovanna viene prelevata dagli esseri, che gli estraggono il feto e lo inseriscono in contenitori. Definiti come uteri artificiali in grado di far crescere questo feto in modo artificiale.

L’INCONTRO CON IL BAMBINO IBRIDO

In un’occasione mentre era stata prelevata dagli esseri, vede avvicinarsi a lei n bambino ibrido, che giovanna percepirà come suo figlio o meglio colui che ha portato in grembo per due mesi prima che lo prelevassero.

Il bambino gli fa capire che si è avvicinata a lei di nascosto.

Il bambino presenta tratti somatici molto simili ad un umano terrestre ed in particolare ad essa.

I suoi occhi infatti erano verdi, ma molto più grandi.

Giovanna e il piccolo restando vicini l’uno all’altro si sentono reciprocamente collegati in modo paterno e vicini.

In quel momento il bambino proietta nella mente di Giovanna un pensiero o per meglio dire, le formula una domanda:

Cosa significa mamma e figlio?

Cosa significa lacrima?

Sappi che per questo mio gesto di avvicinarmi a te e sostenere questo dialogo io sarò allontanato da te.

Come credo chiunque, davanti a simili domande Giovanna si commuove, prova sentimenti forti di amore probabilmente a livelli e concetti più ampi di quelli a cui siamo abituati a provare noi.

Dovevano passargli per la mente tanti pensieri. Sicuramente questi sono carichi emozionali non indifferenti da tener in considerazione.

In modo affettuoso, lo chiamerà “Celestino” e spiega che gli esseri non hanno la nostra usanza di dare i nomi alle persone.

Spiega che gli esseri non provano sentimenti, che non vogliono che i fatti possano interferire con la sfera dei sentimenti.

Giovanna lancia un appelo a tutto il mondo.

Dobbiamo smetterla di tenere gli occhi chiusi, di far finta di non vedere e di non assistere a qusti fenomeni.

Spiega che quando avvistiamo un oggetto nel cielo dobbiamo comprendere che, è qui vicino a noi ed è reale. Che questo oggetto pilotato da esseri intelligenti venuto da un pianeta lontano non è qui solo per mostrarsi in quell’occasione isolata, ma che ha sicuramente un base segreta qui sulla terra oppure sulla luna.

podda 3

(Alieno grigio fotografato da Giovanna)

GIOVANNA RICEVE PREMUNIZIONI SUGLI EVENTI FUTURI

“Sono stato svegliato in piena notte dal borbottare seccato di Giovanna e quando mi sono reso conto che parlava con i “grigi” ho iniziato subito a registrare ciò che diceva.

Ecco le testuali parole registrate”:

Ma quale onda d’urto!!

(La mia voce) Chi sei?

(parola incomprensibile)

(La mia voce) chi?!?

(parola incomprensibile)

non mi piace quel suono, non mi piace… (parole incomprensibili)

non mi piace proprio quel tipo di suono… (parole incomprensibili)

quindi Marte sarà il primo pianeta ad essere sconvolto

ah! lo sanno!!! e per questo che hanno deciso di fare rientrare la sonda curiosity o com’è che si chiama? Sicurity, curiosity boh! Non so come si chiama.. non lo fanno andare avanti con la scusa che non c’era più niente da cercare.

hanno deciso che dovevano interrompere le ricerche su Marte perché non c’era più niente ma forse.. perché sapevano già che stava succedendo questo… non ti dicono mai niente…

Noi non siamo stupidi…

Quindi non è vero che andranno sulle lune di Giove.. non ci arriveranno mai…

Altro che fare viaggi nello spazio con i soldi del popolo solo per prenderci i soldi solo per prenderci i nostri soldi

(parole incomprensibili)

è così?!? … ah?!? … che cavolo è?!? bravo.. anche a occhio nudo questa specie di… grande nube… che sta per… per avvolgere tutto… questa grande… come è che avete detto? Questa specie di galassia (forse si riferiva ad un sistema planetario) fantasma che ci investirà che ci ingloberà (parola incomprensibile) saremo investiti da una pioggia di meteoriti… in questi tempi… altro che stare attenti col (parola incomprensibile)

podda 4

(Strana presenza fotografata dal marito durante la conversazione di Giovanna)

Allora non basterà il vostro aiuto… qualcuna di… di queste meteoriti ci colpirà? Sarà l’anno… sarà l’anno delle meteoriti… come fate?

… Facciamo come ABBIAMO FATTO COL SOLE..

(Sospiro)

…per voi… si certo… e per noi… e questo.. questo potrà influenzare l’oscillamento dell’asse terrestre

… i cosiddetti venti forti che avevate detto l’altra volta sono venti magnetici?!? — Vortici magnetici! … verso la fine dell’anno

… troppo tardi…

lo state dicendo anche agli altri?!? … quindi anche gli altri lo sanno?!?

ma se voi vi state facendo vedere… così tanto da tutti… non basta! Non basta! vi dovete farvi vedere di più! Non vedete come mi stanno trattando! … vi dovete fare vedere di più! Non basta! La gente continua a negare la vostra esistenza! … No! Ancora di più! (Sospiro) Io sono stanca! Sto per rinunciare a parlare di voi perché la gente mi prende per pazza. Mi sta umiliando troppo!

Domani?!? … no, domani no, domani non devo parlare!

no non è domani stai sbagliando!

no di questo no non parlo no, no, devo parlare di altro.. non posso parlare di questo adesso.. non posso. Questo non è cosa da dire in quest’occasione.

prima.. prima devo sentire se ne parla qualcun altro. Se ne parla qualcun altro ne parlo anch’io…

Fatemi vedere mio figlio voglio vedere almeno uno dei miei figli ve lo supplico per favore…

come?!?… non ci credo che non mi vogliono vedere

no, non è giusto!

non è vero! Sono anche miei figli.. figli! Figli! Sono una cosa che.. sono anche un, un po’ di me! un po’ del mio un po’ di me! Questo significa figli capito! io… ho, ho voglia di vederli un po’

no chè?!? Cioè che ho bisogno di vederli un pochino perché ho voglia di vederli un pochino! Lo capisci questo?!?

no?!?

loro lo capiscono.. lo capiscono come lo capisco io! (Sospiro)

Non è vero, dimenticato, non è vero!…

Non ti piace.. non ti piace quello che stanno facendo? … cosa stanno facendo?

… una spia?!? una spia?!? cosa significa una spia?

(Respiro affannato)

Togli quel suono! (Respiro affannato)

Tottu sa notti!! tottu sa notti! (Respiro affannato)

(Inizia a gesticolare con una mano) (io allontano la telecamerina dal suo guanciale)

(Forte respiro affannato e prolungato)

(Colpi di tosse)

….

(La tenue luce del diplay della telecamerina la sveglia!)

ihhhhhhhhh!!!! (Si spaventa moltissimo!!!!)

(La tranquillizzo dicendole che sono io)

MAMMA!!!

(Le le spiego il perché ero al suo capezzale.)

Amore cosa c’hai!?!? Cosa c’hai?!? ti senti male?!?

(Le spiego che parlava nel sonno)

Cos’ho fatto?!?

(Ribadisco)

e ti sei spaventato?

(Poi piano piano con le spiegazioni la ho tranquillizzata ha chiesto di non uscire fuori perché era preoccupata per me. Poi sono sceso al piano di sotto per controllare alcune cose.)

CONCLUSIONI

Se fosse tutto falso, bisognerebbe chiedersi perche? A quale scopo rovinare la propria immagine, in modo così plateale poi… Non dimentichiamoci dell’impatto che può avere sui familiari stretti, conoscenti, colleghi di lavoro e amici.

Le informazioni date da Giovanna sono in linea con quelle fornite da altri addotti in Italia e nel mondo.

Diventa difficile cestinare tutto questo davanti a foto video e materiale fisico.

Fine articolo

COMMENTO PERSONALE SULLA VICENDA

Per tutte quelle persone che dicono che è incredibile credere a queste storie, che è tutto finto e asseriscono che queste storie non fanno altro che infangare e denigrare  le persone “serie”, “autorevoli”, che si impegnano a cercare la “verità”, io rispondo che è incredibile che ai giorni nostri in possesso di così tanto materiale informativo, le testimonianze ed il grado di autorevolezza delle fonti, non ci si voglia credere o meglio, aprire la mente a nuove prospettive e possibilità. Poveri loro e la loro stretta e comoda “verità”.