px_5

Molte persone, attualmente, continuano a riprendere immagini, con proprie apparecchiature semplici o complesse (come Alberto Cardin uno dei più apprezzati fotografi di PX)

px_1

(Foto scattata da Alberto Cardin)

o con videocam pubbliche (es.Suisse, web de Mexico, Wetterstation – Germany,  Garda lake – Italy, Neumayer station – Antartide etc.  e tutte le All Sky Cam ) con risultati veramente interessanti, come ad esempio alcune foto di  Cat Fish dove si evidenziano, alle 5 di mattina, due sorgenti di luce  nascenti, (con spettro ad emissione solare) contornate da impreviste sfumature rosa e/o azzurre, che fanno pensare a una certa trasformazione in atto nel sistema solare ed altre nelle quali  si comprende  che l’ asse terrestre potrebbe mutare posizione in alcune giornate,visto che il sorgere del sole è colto in orari significativamente differenziati dall’oggi al domani.

 

px_2(Foto di Cat Fish)

Ci sono anche dei bei  video ripresi dall’osservatorio delle Hawai che registrano il sorgere di nuovi corpi celesti vicino al nostro sole.

Nel frattempo, in relazione alle situazioni osservate, si cerca  anche di capire quale sarà l’orbita del nostro PX, quale percorso farà;  una orbita che  non è facile conoscere con certezza. Abbiamo come riferimento generale il modello fornito dallo studioso Zecharia Sitchin  e a seguire il modello piu’dettagliato del percorso attraverso il sistema solare, come indicato da Nancy Lieder  e infine, recentemente, lo schema  proveniente dagli studi di Wael Baseem.

 

px_3

 (Schema di Baseem)

Secondo gli Zeta di Nancy Lieder nessun essere umano potrà conoscere in anticipo quando nel cielo sarà chiara la visione del complesso PX e quando potrà verificarsi uno spostamento significativo dei poli  a causa dei suoi effetti gravitazionali e magnetici. Recentemente, secondo le sue osservazioni,  Wael Baseem ha diffuso la data dicembre 2014 come possibile perielio di Planet X e attendiamo notizie riguardante il suo  perigeo, per ora da lui  collocato, grosso modo, dopo la prima metà del 2015.
Da buoni scienziati, ci conviene aspettare e verificare se le nostre ipotesi sono fondate: segnali ulteriori nel cielo e nella terra non mancheranno in queste fasi di trasformazione.

 

PX_4

(Percorso di Planet X nel nostro Sistema Solare)

Anche la frequenza Schumann, frequenza di vibrazione propria della Terra, in quanto essere vivente ed emittente,  è in aumento secondo alcuni scienziati: come detto precedentemente aumenta anche la temperatura, la lava ribolle  e risale verso la superficie come attratta da una calamita. Ma forse questa calamita che si sta avvicinando  è l’attraente campo magnetico di Planet X?
Intanto anche il Sole, con la sua particolare attività degli ultimi anni, invia parecchie emissioni coronali che accendono la Terra  e il magma  spinge  la crosta  verso l’alto.
Ma cosa attiva il Sole in questo modo? Potrebbe essere la presenza di questi nuovi corpi celesti in avvicinamento ad attivare il Sole, in modo registrato come inusuale da molti? Oppure è un flusso d’energia proveniente dal centro della Galassia? O anche entrambe le cause?

Riflessione

Una trasformazione è in atto e forse anche questi corpi celesti guidati da esseri speciali stanno per manifestarsi a noi come accompagnatori di un nuovo cielo ed una nuova terra, quasi come nella nuova Gerusalemme  dell’apostolo Paolo? Mondi-astronave guidati da essere evoluti, quasi angelici, che si paleseranno ?  Forse è solo un sogno?
Per ora il discorso rimane aperto, restiamo a guardare, con la nostra attenzione attiva, fino al momento in cui, davanti al nostro sguardo, la scienza della materia potrebbe ricongiungersi  più saldamente alla scienza dello spirito.

(CONTINUA)

Articolo di: Antonella Nardone