scie chimiche radiazioni

È sul cammino della ricerca della nostra vera realtà  che incontriamo il libro di Carlo Di Litta e Quinto Narducci dal titolo “COSA NASCONDONO I NOSTRI GOVERNI ?” (UNO editori), che ci aiuta a  pensare ad aspetti della nostra vita sui quali, a volte, ci siamo soffermati senza  riuscire a trovare risposte di riferimento attendibili.

carlo di litta e quinto narducci  1

( Carlo Di Litta | Quinto Narducci)

Il libro , infatti, diventa uno strumento di stimolo alla ricerca della verità, oltre la melina e la strumentalizzazione, operata da chi gestisce e controlla i media, e ci fa riflettere su quello che stiamo vivendo, su chi siamo veramente e, in particolare, su alcuni aspetti che, se da noi padroneggiati appieno, potrebbero indurre una interessante svolta nella storia dell’ umanità.

carlo di litta 2

Naturalmente gli argomenti trattati dagli autori hanno occupato i nostri pensieri molte volte, facendoci pensare al fatto che ancora non abbiamo ricevuto una spiegazione attendibile  e veritiera dai pochi  che potrebbero farlo.
Le scie chimiche, ad esempio,  risultano essere una questione urgente per la popolazione, un argomento di cui hanno iniziato ad occuparsi, negli ultimi anni,  alcuni gruppi come il “Centro Ricerche Esobiologiche”, Galileo, il magazine Nexus, il comitato Tanker Enemy, in TV e trasmissioni come Rebus, Voyager e Mistero.
Gli autori  forniscono studi e documentazioni sulle scie (analisi e foto) sottolineando che le Autorità, che sicuramente hanno parecchie informazioni in merito, continuano a non chiarire la situazione alla popolazione su un tema di tale interesse, nonostante ci siano state richieste ed interrogazioni parlamentari.

29 settembre scie chimiche11

29 sett scie chimiche gruppo 1

29 sett scie chimiche gruppo 2

Gli aerei delle scie riversano nella aria elementi chimici che sono pericolosi, se inalati in continuazione, come alluminio, bario, biossido di silicio, quarzo, titanio, bromuro e a volte, le analisi fatte rilevano  anche dei batteri! Questi germi, che sono negli strati superiori dell’ atmosfera, sono spinti verso il basso dagli spray diffusi da questi particolari aerei. Queste emissioni protrebbero indebolirci e farci ammalare: non a caso sembra si stiano diffondendo anche nuove ed inusuali malattie come il morbo di Morgellons, di cui si è parlato anche in TV.
Purtroppo senza questi contributi di indagine, dati da persone di buona volontà che studiano e scrivono su queste materie saremmo totalmente al buio! Senza escludere che questo silenzio potrebbe nascondere fatti piu’gravi come il controllo mentale delle persone, l’intenzione di renderci passivi a tutti i cambiamenti che i gruppi che controllano il mondo economico potrebbero volerci imporre con la forza.
Infatti, altra questione  di rilievo (collegata a questa) e non approfondita dai media classici, è il progetto HAARP, nato ufficialmente per studiare le proprietà della ionosfera terrestre. Si dice anche per migliorare la qualità delle comunicazioni dei sistemi di sorveglianza (radar) ma, invece, approfondendo,  sembrerebbe che dietro questa sigla possa nascondersi ben altro.
Il pianeta Terra emette un campo elettromagnetico a forma di griglia, che lo circonda, nel quale tutti noi siamo immersi e quindi anche il nostro cervello fisico e la nostra mente. Perciò se qualche potente avesse i mezzi per deformare le onde emesse e ricevute dal nostro cervello, in questo campo, potrebbe influenzare le nostre vibrazioni, il nostro stato d’animo e la nostra salute. Con l’ atmosfera saturata dalle scie chimiche che la rendono conduttiva per i metalli ionizzati emessi, il sistema HAARP, emettendo frequenze che interagiscono con le  scie, potrebbe produrre frequenze risonanti che ci colpiscono influenzando il nostro sistema cerebrale e quindi il nostro comportamento.
Il libro riporta, tra i vari, uno studio di Frank D’Aquino che spiega che HAARP potrebbe alterare il clima causando  anche  più di semplici piogge, arrivando  ad originare cicloni, ondate di calore e terremoti. Ci auguriamo, magari col tempo, di poter conoscere la verità completa su questi temi. Gli autori inoltre fotografano molto bene la situazione attuale, a che punto siamo arrivati a sapere su questi temi ed è corredato di belle foto fatte da loro a supporto documentale dei temi trattati.
La  seconda metà del libro è dedicata all’ argomento a cui Carlo e anche Quinto si sono sentiti chiamati fin da bambini e a cui hanno, di conseguenza, dedicato finora molto tempo ed energia, un argomento molto attuale riassunto in tre lettere: UFO. Questo è uno degli argomenti principe, celato dai nostri governi, sul quale avremmo diritto ad una risposta vera. Infatti l’umanità avrebbe bisogno di una dichiarazione ufficiale su questo tema importante: siamo stanchi di essere tenuti nell’ ignoranza e di vivere in un sistema sottodimensionato per l’essere umano, stanchi che si allontanino da noi le possibilità di crescita e di un mondo migliore che potrebbero aprirsi al contatto con queste nuove realtà.

carlo di litta 3

carlo di litta 4
Nonostante sia grandissimo il numero delle testimonianze di avvistamenti e contatti, i governi ci nascondono meschinamente la verità, finora è stato deludente anche il comportamento del presidente Obama e gli unici, a livello governativo, ad avere coraggio di fare dichiarazioni interessanti, ai fini della vera realtà in cui viviamo, sono stati il premier russo Medvedev  e Sun Shili, un alto funzionario del ministero degli esteri cinese. Gli extraterrestri che solcano i nostri cieli, su speciali mezzi volanti di svariate tipologie, come nella preistoria e nel medio evo, sono tra noi e condividono la Terra con noi, come è sempre stato e come, probabilmente, sempre sarà.
Al momento attuale purtroppo ancora noi terrestri non ci siamo guadagnati il diritto di contattare ufficialmente queste creature speciali, mentre i governi continuano a trattarci come bimbi ai quali nascondere le caramelle, mostrandoci, anche tramite i media, una realtà un po’ “fake” nella quale viviamo e dobbiamo barcamenarci.
Gli autori illustrano molte situazioni ufologiche  e spiegano bene il comportamento dei governi e degli scettici su questi temi. Ci mostrano anche tante foto, scattate da loro stessi e ci forniscono una grande varietà di testimonianze, presenti e passate, su queste speciali creature  che potrebbero anche essere intervenute sulla nostra genetica e che molto probabilmente seguono le sorti del nostro pianeta.
Nella parte conclusiva del libro c’e’ una bella testimonianza di questa realtà, ancora un poco a distanza: il 15 giugno del 2011 un bell’ UFO multicolore, a forma di cubo, è arrivato a “salutare” Carlo all’ uscita di un suo convegno a Rimini e poi, anche in seguito, si è mostrato a lui, lasciando, con le  sue evoluzioni, bellissimi “segni” nel cielo, immagini di simboli colorati benefici e augurali provenienti da una civiltà ad alta evoluzione spirituale che si manifesta a noi ma, purtroppo, ancora non ci stringe in un abbraccio più ravvicinato.

carlo di litta 7

carlo di litta 6

Articolo di: Antonella Nardone

Grafica di: Daniel Facci