UFO CRASH OKINAWA 1

Gli ufficiali della Marina hanno rilasciato la prima foto in assoluto di un UFO che si è schiantato al largo della costa di Okinawa. La foto appare granulosa e un pò troppo chiara, dovuto al fatto che tale immagine è stata presa nel fondale dell’Oceano, ma mostra chiaramente una fonte di energia ancora incandescente, poi visibile anche la cima della cupola del velivolo.

“Abbiamo voluto rilasciare questa foto al mondo e confermare la relazione elaborata ieri”, ha detto il portavoce della Marina militare giapponese Yoshido Hari. “Questa immagine darà credito a quello che alcuni dei nostri cittadini che vivono ad Okinawa hanno assistito ieri a questo incidente. E ‘evidente che ancora ci sono molti giorni prima che il misterioso aereo venga recuperato, ma ci prenderemo il nostro tempo necessario per portare atermine le operazioni, in modo tale da portare in superficie l’aereo in un unico pezzo. Dobbiamo preservare l’oggetto il più possibile. “

Numerosi rapporti hanno cominciato a circolare in tutto il mondo da ieri in merito a un possibile incidente UFO al largo della costa di Okinawa. Molte persone, tra cui i grandi media, credevano che i rapporti fossero solo un falso o uno scherzo elaborato. L’immagine scattata dai sommozzatori della Marina giapponese metterà termine ai pensieri di falsità.

“Questo non è uno scherzo”, ha detto Hari, candidamente parlando con i giornalisti. “Abbiamo prove evidenti che sul fondo del mare ci sia la presenza di un UFO. Quello che il mondo si pensava praticamente impossibile è ora una realtà. Spetta a noi di conservare quella realtà, al fine di studiare la struttura della nave aliena e forse anche le forme di vita che la abitano. “

Diversi scienziati provenienti dagli Stati Uniti sono già stati inviati dal governo degli Stati Uniti e arriveranno a Tokyo oggi. Non è chiaro, tuttavia, se la nave sarà spostata nella capitale per ulteriori studi e ricerche o se rimarrà ospitata in un hangar a Okinawa.

“A questo punto, non si può dire con certezza dove ci condurranno i nostri studi”, ha detto Hari. “Il nostro obiettivo principale in questo momento è il recupero del velivolo gigante in un unico pezzo. Dobbiamo farlo uscire dall’acqua salata prima che corroda i pezzi critici. Ovviamente, mantenendo intatta la struttura sarebbe ottimale. “

UFO CRASH OKINAWA 2

Alla domanda se la Marina giapponese aveva alcuna intenzione di rilasciare le foto future del UFO abbattuto, Hari ha commentato: “In questo momento non abbiamo altre foto da far vedere al pubblico. L’acqua è un po ‘torbida e l’immagine rilasciata al mondo questa mattina è la migliore qualità disponibile in questo momento. Cercheremo di produrre altre foto del velivolo, in attesa che le condizioni migliorano. “

E? previsto nella giornata di domani, l’arrivo a Okinawa del primo ministro giapponese Yoshihiko Noda, per parlare con i rappresentanti della Marina per quanto riguarda il recupero degli UFO. Inutile dire che, il governo giapponese ha un enorme interesse nel preservare l’aereo in quanto verrà utilizzato per le imprese di ricerca future.

Ovviamente questa notizia è riapparsa sul ben noto sito web inothernewz.com che molti appassionati affermano che sia sito web poco attendibile, quindi di conseguenza anche la notizia di questo UFO crash sarebbe altrettanto falsa.

Secondo il ricercatore Roberto La Paglia qualcosa non torna in tutto questo: “Personalmente credo poco agli Ufo che, annualmente, precipitano in varie parti del mondo; anzi, a dirla tutta, credo poco agli Ufo che precipitano, anche se con il tempo ho imparato che tutto è possibile. Rimane il fatto che l’idea di un Ufo precipitato in mare e subito ratificato come autentico mi ha stupito non poco, di certo si tratta di una delle ormai poche notizie in circolazione sulla quale valga la pena di indagare. Questi i risultati: il 28 settembre 2012, sul sito ABC News, appariva un articolo in merito ad una foto ricavata da Google Street Wiew. In poche parole l’articolo raccontava di come un certo Andrea Dove, usando Google Maps per ottenere indicazioni stradali in vista di una sua visita alla zia abitante a Jacksonville, si accorse di qualcosa di strano utilizzando l’opzione Street View. Facendo una panoramica verso l’alto individuò un Ufo, o ciò che gli sembrava essere un Ufo, proprio vicino alle nuvole. La foto riportata nell’articolo, così come l’articolo stesso e la data di pubblicazione, sono visibili al seguente link: http://abcnews.go.com/blogs/headlines/2012/09/ufo-or-lens-flare-in-google-street-view-you-decide/ Il problema adesso non è tanto capire se si tratti di qualcosa di anomalo o del semplice riflesso di una lente, bensì andare a vedere la foto “ufficiale” dell’Ufo di Okinawa precipitato il 4 dicembre 2012. La foto è visibile al seguente link: http://inothernewz.com/japanese-navy-releases-first-photo-of-downed-ufo-off-the-coast-of-okinawa/ Ritengo che ogni ulteriore commento sia del tutto superfluo, d’altra parte la reputazione del sito aveva in qualche modo preannunciato questa ennesima falsa notizia, per tutto il resto non ci resta che attendere, sperando che le news che verranno siano meno platealmente assurde.”