UFO FRACH POLSON 1

 

 L’EVENTO

Sembra che il fatto sia accaduto o alla fine di settembre o ai primi di ottobre del 1925, in un isolato ranch della remotissima località di Polson, nel Montana. La giornata volgeva oramai al crepuscolo quando il giovane John Cross e sua madre udirono un rumore assai fragoroso e pulsante provenire dall’alto. Così alzarono lo sguardo e videro un oggetto circolare fiammeggiante, del diametro approssimativo di una cinquantina di metri, che ad una distanza di una decina di chilometri stava scendendo verso terra ad una velocità elevatissima.

Divenuto adulto, John Cross ha raccontato a tutti la sua storia ma non è più stato capace di ricordare con esattezza il mese in cui tale fatto sarebbe accaduto. Ragionando a posteriori, noi crediamo che si sia quasi certamente trattato di un bolide e, al tempo stesso, ci chiediamo come mai i due non si siano mai recati sul luogo del presunto impatto visto che non era, secondo loro, molto lontano da casa.

SI DICE ANCHE…

Durante questa fase, i membri della Società Vril, una massoneria, furono probabilmente il primo gruppo in assoluto a tentare la retroingegneria di un UFO alieno. Uno scrittore tedesco, John Von Helsing, parlò del rinvenimento di un UFO schiantato al suolo nella Foresta Nera e che la sua tecnologia fu studiata e combinata con le informazioni che la suddetta società segreta aveva avuto attraverso channeling, in un progetto chiamato ‘Haunebu’. Lo storico aereo tedesco Henry Stevens disse che l’Haunebu 1 era probabilmente il primo UFO enorme sviluppato. Stando ai progetti forse ottenuti da files delle SS classificati, era largo 70 piedi e forse volò per la prima volta nell’agosto 1939, poco prima dello scoppio della Seconda Guerra Mondiale